Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
home » Video evento » Intervento dr. M.C. Minniti
Convegno ”Perché ci ammaliamo? Chi e che cosa ci guarisce?” Intervento dr.ssa Maria Cristina Minniti
data evento 29/03/2013

Convegno ”Perché ci ammaliamo? Chi e che cosa ci guarisce?” Intervento dr.ssa Maria Cristina Minniti

La traduzione dal sanscrito della parola "ayurveda" significa "scienza della vita". "Ma cosa significa questa espressione? - chiede la dr.ssa Maria Cristina Minniti, medico ayurvedico e direttore del corso medici della Scuola Ayurvedic Point  - Sta a indicare che la medicina ayurvedica è la scienza di tutto ciò che si deve e si può fare per avere una lunga e buona vita. Tale medicina è un sistema di cura che riguarda la persona a 360 gradi, coinvolgendo il piano fisico, mentale e spirituale e ricorrendo a una pluralità di strumenti, quali dieta, massaggi, aromi, mantra, preghiere, medicine, yoga, ecc. Obiettivo di questa disciplina è far in modo che ci prendiamo cura di noi stessi a più livelli".  Tre sono le funzioni principali del nostro organismo: il movimento (cui corrispondono la circolazione, il respiro, gli impulsi nervosi e anche l'elemento aria-vento), la trasformazione (legata a metabolismo, enzimi, occhi, concentrazione ed elemento fuoco-calore) e la coesione (in rapporto con muscoli, muco, saliva, senso materno ed elementi quali l'acqua e la terra). Ogni persona è fatta di vento, fuoco, terra e acqua, elementi che formano i nostri "dosha". "Ciascuno di noi - spiega Minniti - ha in sè questi elementi in percentuali differenti, elementi che condizionano il nostro aspetto fisico e mentale, rappresentando il nostro 'timbro di fabbrica'. Se manteniamo in equilibrio questi dosha siamo in buona salute, anche se la vita è di per sè fonte di squilibrio. Tuttavia non è nostro destino ammalarsi, a patto di conoscere e rispettare il nostro 'timbro di fabbrica', i suoi punti di forza e quelli deboli".

Video

Commenta