Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
home » NEWS » Alimentazione
data evento 02/05/2014

Memoria più attiva con cetrioli, fragole e mirtilli

I ricercatori del californiano Salk Institute for Biological Studies hanno rilevato che somministrando feratina, composto presente in quantità nei cetrioli (ma anche nelle fragole e nei mirtilli), a topi affetti da Alzehimer, in questi ultimi veniva attivata una via cellulare direttamente coinvolta nella facoltà mnemonica, quasi sempre compromessa in chi soffre di tale morbo.

Commenta